DOMUS 2020 | Al Convegno di Fabriano per i primi 20 anni di successi DIASEN.

Il 13 e 14 gennaio si terrà a Fabriano un convegno di rilievo internazionale per ricordare i primi venti anni di vita di Diasen. Grazie al graditissimo invito del suo AD Diego Mingarelli, il Protocollo DOMUS2020 potrà essere presentato al Presidente Nazionale di Confindustria Vincenzo Boccia, alle istituzioni, ed ai rappresentanti della prestigiosa Università Politecnica delle Marche di Ancona.

Diasen è una solida realtà industriale orgogliosamente italiana, di quella Italia della provincia laboriosa che ha creato dal dopoguerra ad oggi il tessuto connettivo che ha reso grande la manifattura italiana nel mondo. E’ capitanata dal suo AD Diego Mingarelli che ha portato l’azienda a crescere costantemente raggiungendo livelli di successo prima nazionali e poi internazionali.

Sono anni che raccoglie riconoscimenti prestigiosi a merito di prodotti fortemente ecologici, dalle prestazioni termoisolanti eccezionali, realizzati con sapienza amalgamando in modo innovativo materiali naturali e tradizionali. Il principe di questi prodotti è il Sughero, un materiale che riassume in sè assolute eccellenze:

  • Basso peso specifico (0,5 – 0,27 g/cm³)
  • Impermeabilità a liquidi e gas
  • Elasticità e comprimibilità
  • Elevatissimo potere TermoFonoisolante
  • Imputrescibilità
  • Elevatissima permeabilità al vapore
  • Atossico e Ipoallergenico
  • Totalmente Riciclabile

Il Termointonaco Diasen, abbinato a pareti in termolaterizio massivo, rappresenta una combinazione che offre prestazioni di valore assoluto, facilità di esecuzione ed economia applicativa e di esercizio. Ha rappresentato una scelta quasi obbligata per DOMUS2020 nata per raggiungere prestazioni nZEB (Nearly Zero Energy Building, con consumi inferiori a 15/20 KW/m2/anno). Una scelta anche estremamente etica e sostenibile, grazie ad un involucro realizzato con materiali completamente naturali ed interamente riciclabili a fine vita.

La casa del futuro è certamente nZEB come DOMUS2020, ovvero edificio ad energia quasi zero, che rappresenta un protocollo di riferimento per il risparmio energetico, introdotto dalla comunità europea per le nuove costruzioni, e che entrerà in vigore nel 2020/2021.

Per edifici nZEB si intendono quelli ad altissima prestazione energetica che minimizzano i consumi legati al riscaldamento, raffrescamento, ventilazione, illuminazione, produzione di acqua calda sanitaria, utilizzando energia da fonti rinnovabili (FER), elementi passivi di raffrescamento/riscaldamento (calore generato internamente all’edificio da elettrodomestici, dagli occupanti stessi e dalle loro attività) e sistemi di ombreggiamento. Non presentano alcun impianto di climatizzazione “convenzionale” e sono completamente FreeFossil.
Il consumo energetico di Domus2020 è pari a 2,5 euro l’anno a metro quadro (una media di 11 kw/mq/anno), con costi sensibilmente inferiori ad altre tecnologie costruttive e, con ottime prestazioni di permeabilità al vapore, di isolamento termoacustico, resistenza al fuoco e rispetto della normativa antisismica.

Il convegno, sarà anche occasione per approfondire l’evoluzione del Protocollo DOMUS2020, dalla scala edilizia a quella urbana, con il progetto d’area Ceramic Green Smart District, che interessa un ambito territoriale, dimostrando la replicabilità del modello insediativo e le sue positive ricadute ambientali ed economiche.

Vai a domus2020.com

2019-11-26T00:09:31+01:00 5 Novembre 2019|Domus 2020|0 Commenti