DOMUS 2020. Non teme il Surriscaldamento Globale

Il Surriscaldamento Globale è certificato da un’analisi condotta per il The New York Times e pubblicata dal Sole24Ore.

Di seguito, ne riportiamo un brano:

“Fra 50 anni in 7 capoluoghi di provincia italiani si sfioreranno i 3 mesi di temperature al di sopra di 32 gradi centigradi: Caserta, Parma, Foggia, Frosinone, Modena, Cremona e Cagliari. In altri 16 capoluoghi si supereranno i due mesi (Mantova, Benevento, Perugia, Matera, Udine, Reggio Emilia, Pesaro, Rovigo, Torino, Ferrara, Padova, Verona, Prato, Taranto, Isernia e Siena. Per fare un paragone oggi, nel 2018, i capoluoghi di provincia con più giorni che hanno superato una temperatura di 32 gradi sono Foggia e Caserta, entrambe con 68 giorni. In 50 anni insomma queste città perderanno un mese di frescura.”

Vivere in una casa costruita secondo il Protocollo Domus2020 significa essere estranei a questi fenomeni di surriscladamento per diversi motivi:

  1. Essendo completamente FREEFOSSIL, non si è in nessun modo responsabili di emissioni in atmosfera di CO2 da combustione di idrocarburi.
  2. Le condizioni microclimatiche interne sono caratterizzate da una temperatura costante durante tutto l’anno, che si muove in un range che và da 22° a 26°. La curva di temperatura interna pressochè piatta e l’umidità controllata, garantiscono un comfort interno di assoluto benessere. La presenza dell’impianto VMC, contribuisce inoltre, a ricambiare e sanificare l’aria interna, espellendo quella viziata in atmosfera, non prima di averle sottratto il contributo termico.
  3. Alle condizioni climatiche Italiane, la produzione energetica affidata a pannelli fotovoltaici, offre la massima produzione nel periodo che và da marzo a ottobre, coincidendo con il periodo di maggior temperatura esterna. Le elevate prestazioni termoisolanti dell’involucro, consentono di ridurre in modo rilevante i consumi energetici, permettendo di cedere nel periodo estivo, una considerevole quota di energia alla rete, con sensibili vantaggi economici.

I grafici del monitoraggio remoto condotto da Zehnder Hollande, confermano il successo del Protocollo Costruttivo Domus2020 OnlyAirFreeGas.

E’ ormai evidentissima e comprovata oltre ogni dubbio, la necessità di ridurre i consumi di energie primarie e conmbustibili fossili perchè principali responsabili di questo processo quasi incontrollabile.

Vai all’articolo:

Vai a domus2020.com

2018-11-18T17:51:41+00:00 21 Settembre 2018|Domus 2020|0 Commenti