DOMUS 2020. Tecnologie edilizie a confronto. Flessibili e modificabili

DOMUS 2020. TECNOLOGIE EDILIZIE A CONFRONTO. FLESSIBILI E MODIFICABILI

Libertà compositiva e possibilità di future variazioni distributive, ampliamenti o sopraelevazioni. Queste caratteristiche sono fondamentali in un mercato immobiliare in rapidissima evoluzione con abitutidini abitative che mutano rapidamente e con un concetto sempre più dinamico di luogo dell’abitare.

Scegliere la giusta tipologia edilizia è quindi fondamentale per poter soddisfare queste esigenze e consentirsi la possibilità di adeguare la propria casa alle mutate necessità.

Continuando pertanto l’analisi dei sistemi costruttivi, approfondiamo l’importantissimo aspetto della libertà compositiva.

Sistema costruttivo telaio Cemento Armato / Tamponamento termolaterizio

Questo sistema riunisce in sè tutte le potenzialità dei materiali utilizzati:

  1. Calcestruzzo armato che certamente è il materiale che offre il miglior rapporto prestazioni / costi e le migliori performance antisismiche nell’ambito delle soluzioni strutturali, ed inoltre, necessita di manovalanza relativamente qualificata e facilmente reperibile essendo il sistema più diffuso
  2. Termolaterizio massivo rettificato che è certamente caratterizzato dalla massa più elevata che gli conferisce elevato isolamento termoacustico e sfasamento,  unito alla velocità di esecuzione e al risparmio energetico in fase di posa

Le strutture puntiformi nate per superare i limiti imposti dai sistemi a setti / pareti portanti, sono caratterizzate da assoluta libertà compositiva e spaziale, dall’assenza di limitazioni dimensionali distributive a dalla facilità di future modificazioni ampliamenti o sopraelevazioni.

In questi sistemi l’involucro dell’edificio è libero di svolgere esclusivamente la funzione di tamponamento assicurando il confort interno senza limitazioni di caratteristiche e di materiali e di rapporto tra vuoti e pieni. Le chiusure verticali dell’edificio hanno subito profonde modificazioni passando da un involucro “chiuso”, al concetto di assoluta permeabilità visiva-spaziale e al superamento della separazione tra interno ed esterno grazie all’introduzione della struttura puntiforme che ha liberato le pareti esterne dalla funzione strutturale.

Sistema costruttivo setti portanti in Legno / Cemento Armato

Conclusioni esattamente opposte per gli involucri realizzati con pareti / setti portanti.

Con le conoscenze attuali e con la crescente consapevolezza e sensibilità verso le richieste di qualità e flessibilità degli spazi abitativi, stanno emergendo i limiti di questo sistema costruttivo insito nei suoi stessi materiali costruttivi e nella tipologia applicativa a “gabbia scatolare chiusa”.

I setti portanti ripropongono in chiave moderna tutte le problematiche degli edifici a muratura portante, rappresentate dalla rigidità compositiva e spaziale, dalle limitazioni dimensionali distributive a dai vincoli importanti a future modificazioni, ampliamenti o sopraelevazioni.

Vai a domus2020.com

 

2017-10-23T16:08:04+01:00 13 Ottobre 2017|Domus 2020|0 Commenti